sabato 12 gennaio 2013

RAVIOLE FRITTE E AL FORNO




E' tradizione che per la festa di San Giuseppe (il 19 marzo) si mangino le raviole che possono anche essere cotte al forno e in questo caso vengono riempite anche con la marmellata, la mostarda bolognese.


Questa è la versione fritta.

Ingredienti

500 g farina 00
110 g zucchero semolato
100 g burro
1 uovo intero (medio)
1 tuorlo
140 r latte a temperatura ambiente
scorza di limone non trattato,  grattugiata
1 bustina di lievito chimico
1 pizzico di sale

Farcia e decorazione
250 r di crema pasticcera
zucchero a velo vanigliato

per friggere:
olio di semi di arachide (2 lt circa)

Formare la fontana con la farina setacciata assieme al lievito, mettere al centro il tuorlo, l’uovo, lo zucchero, la scorza grattugiata del limone, il burro a dadini, il sale e sbattere con una forchetta .
Impastare il tutto aiutandosi col latte a temperatura ambiente .
Otterrete una pasta compatta ma elastica quanto basta per stenderla in una sfoglia spessa 2-3 mm.
Ritagliare tanti cerchi del diametro di circa 6 cm, farcirli con una piccola cucchiaiata di crema chiudendo bene la raviola in modo che non esca il ripieno in frittura.
Intanto scaldare l’olio, fate la prova con un ritaglio di pasta per verificare la temperatura, appena la pasta viene a galla sfrigolando e colorendo leggermente cominciate a friggere le raviole due o tre alla volta , per non raffreddare troppo l’olio.
Scolarle bene e asciugare su carta assorbente, cospargetele poi, appena fredde, con zucchero a velo vanigliato.




Questa la versione al forno


Ingredienti:
Pasta frolla
mostarda bolognese o un altro tipo di marmellata non troppo dolce
zucchero a velo
Stendere la pasta frolla e ricavare dei dischi, si può usare anche un bicchiere, mettere al centro un po' di marmellata, richiudere a mezza luna e mettere in una teglia da forno imburrata o ricoperta con carta forno.
Cuocere a 180° per circa 18'.
Spolverare con zucchero a velo
Si possono riempire anche con una crema pasticcera o nutella o cioccolato.
Altra variante: una volta fredde, immergete velocemente la parte concava della raviola in una scodella contenente un po' di liquore Alchermes e subito dopo passarle nello zucchero semolato.

Nessun commento:

Posta un commento