sabato 5 gennaio 2013

CALAMARO IMBOTTITO ALL'ISCHITANA






Ingredienti:

2 calamari
150 g di mollica di pane raffermo
olive di gaeta snocciolate
capperi dissalati
prezzemolo tritato
aglio
olio
sale e pepe
pomodorini

Prendere un calamaro, possibilmente fresco, pulirlo, tagliare a pezzetti piccoli i tentacoli e le alette e farli rosolare in poco olio, prendere un po' di pane raffermo fatto ammollare in acqua e strizzato bene e farlo rosolare in un cucchiaio d'olio, Riunire in una terrina i ritagli di calamaro, la mollica di pane, delle olive, dei capperi, un po' di prezzemolo,un po d'aglio tritato finemente un po' di pepe nero e aggiustare di sale, mischiare bene tutto e riempire con questo composto i calamari e cucirli o chiuderli con uno stuzzicadenti.
In un tegame far soffriggere uno spicchio d'aglio nell'olio, aggiungere dei pomodorini tagliati a pezzetti aggiustare di sale e far cuocere poco, finché il pomodoro non si stacca dall'olio, a questo punto mettere i calamari e farli cuocere rigirandoli ogni tanto, per circa un ora a fuoco lento e coperti, se il sugo si dovesse asciugare troppo aggiungere un goccio d'acqua, a fine cottura aggiungere del prezzemolo tritato.

Di Rosaria Rubino

venerdì 4 gennaio 2013

TRIFLE ALLE FRAGOLE, CREMA CHANTILLY E CRUMBLE




Questa è una ricetta presa dal sito di Coquinaria ed è un dolce veramente delizioso.

Ingredienti:

per la crema chantilly
-crema pasticcera di M.Santin
750 ml latte
180 g zucchero (anche un pò meno)
60 g farina
6 rossi d'uovo
1 bacca di vaniglia
scorza di limone grattugiata
- 200 ml panna liquida fresca

per il crumble
200 g farina
100 g di burro
100 g zucchero
una manciata di  mandorle tritate grossolanamente (se si vuole)

1 kg di fragole tagliate a pezzettoni e messe a macerare con poco succo di limone e zucchero

Preparare la crema pasticcera facendo scaldare il latte con la bacca di vaniglia aperta e i semini raschiati dall'interno.
Fare intiepidire leggermente il latte sempre con la bacca di vaniglia in infusione.
In una ciotola sbattere leggermente i rossi d'uovo con lo zucchero e la farina, aggiungere la scorza di limone grattugiata.
Aggiungere un poco di latte e mescolare per amalgamare, aggiungendo man mano tutto il latte sempre mescolando.
Rimettere sul fuoco e portare ad ebollizione mescolando continuamente finchè la crema si addensa.
Far freddare coprendo con la pellicola trasparente per non far formare grumi.

Nel frattempo preparare il crumble mischiando (o a mano o con il mixer) la farina, burro e zucchero finchè non si formano tante briciolone.
Ridurle in briciole ancora più piccole e stendere su una teglia foderata con carta forno e far cuocere in forno preriscaldato a 180° finché le briciolotte non sono dorate, eventualmente girandole un po' con le mani o con una spatolina a metà cottura.
Far freddare dopo cotto.

Quando la crema pasticcera è fredda, aggiungere la panna montata spatolando dal basso verso l'alto per non far smontare la panna.
Qui viene la parte più difficile , montare il trifle: fare un primo strato di crumble nella coppa, poi fragole, poco crumble, crema chantilly, ancora crumble, fragole, crema e finire con qualche mollichina di crumble e qualche pezzettone di fragola.
Conservare in frigo fino al momento di servirlo.

CANNELLONI RIPIENI CON SALSA AI PEPERONI



Questa ricetta è stata fatta poco tempo fa alla prova del cuoco.
Io ho voluto provare ad usare i paccheri anziché i cannelloni e debbo dire che il risultato è stato ottimo.


Ingredienti:

Pasta
2 uova
200 g farina
sale

Ripieno
200 g mozzarella a dadini
sale
basilico spezzettato
400 g pomodori maturi, spellati e tagliati a dadini

Salsa
2 cipolline novelle a pezzetti
4 peperoni a pezzi
basilico
olio

Mettere i pomodori in un colino e salarli per far perdere l?acqua.
Fare la sfoglia, ritagliare i rettangoli e cuocerli in acqua salata, poi stenderla su un canovaccio (si possono fare anche tre giorni prima, si arrotola bene il canovaccio come un salame).
Unire il pomodoro alla mozzarella e amalgamare, sentendo se vanno bene di sale, mettere il basilico e amalgamare il tutto.
Riempire ogni cannellone con un poco di ripieno e metterli in una teglia unta di olio.
Versare sopra un filo di olio, coprire con carta forno bagnata e strizzata e passare in forno per 10 minuti.
Padella con filo di olio, mettere le cipolle a rosolare un poco, unire i peperoni e cuocere coperti a metà e lentamente (almeno una decina di minuti).
Poi frullare il tutto con il mini pimer e passarla al colino.
Servire i cannelloni con sopra la salsa.


giovedì 3 gennaio 2013

PINZA BOLOGNESE



Sull'Appennino e nelle campagne del bolognese è molto tipica per Natale e solitamente, in questa occasione, la marmellata si arricchisce con uvetta, pinoli e scorza di limone grattugiata.
L'impasto è quello della ciambella casereccia, di pasta dura, da intingere nel vino come indicato dalle sorelle Simili nel libro Pane e roba dolce..

Ed è preparato con:

1 kg 1 di farina - 375 g di burro a temperatura ambiente - 25 g di strutto - 350/400 g di zucchero - 50 g di latte - 10 g di miele non amaro, evitando castagno, erica o cardo - 5 g di sale - 25 g di lievito chimico - 4 uova

Ingredienti per la pinza:

400-450 g di pasta da ciambella, fredda

4 cucchiai di mostarda bolognese

4 cucchiai di marmellata di prugna nera

(oppure una qualsiasi marmellata di pasta dura che non bolla durante la cottura spaccando così la pasta)

1 uovo sbattuto

Fate un misto con le due marmellate.

Su un pezzo di carta ben infarinato fomate un rettangolo di pasta di circa cm 24 x 26 alto 1 cm scarso.

Ricoprite il rettangolo di pasta con la marmellata lasciando tutt'attorno un bordo libero di un dito circa. Aiutandovi con la carta arrotolare il tutto e trasferitelo su una teglia, rivestita con carta forno o stagnola, tenendo la falda sotto.

Rincalzate le due punte piegandole in sotto e, con un coltellino a punta tenuto verticale, fate 3-4 fori distanziati piantando la lama fino a raggiungere la teglia.

Pennellate con uovo sbattuto e cuocete a 180°per 30-40 minuti.

Quando è cotta il centro della pinza deve risultare un po' sodo al tatto.

Una volta tolta dal forno l'ho spolverata con zucchero semolato.

mercoledì 2 gennaio 2013

DITA DELLA STREGA




Questa ricetta l'ho letta nel sito giallo zafferano e le ho preparate per mia figlia che festeggia halloween con gli amici.
Ingredienti;

Burro 100 g
Farina 280 g
Lievito chimico in polvere 1 cucchiaino raso
Sale 1 pizzico
Uova 1 medio
Vanillina 1 bustina
zucchero a velo 100 g

...per guarnire

Mandorle intere pelate
Marmellata chiara (pesche, albicocche, arance, ecc....) q.b.


Per preparare le dita della strega procedete in questo modo : in una ciotola capiente ponete la farina, il burro freddo tagliato a pezzetti, l'uovo, lo zucchero al velo, la vanillina il sale e il lievito; impastate gli ingredienti nella ciotola fino ad ottenere una palla , poi continuate ad impastare su di una spianatoia fino a che l'impasto non risulti liscio e omogeneo
Ottenuto l'impasto per i  biscotti, formate un salsicciotto ,dividetelo in pezzetti del peso di circa 25 g l'uno, fino ad ottenere circa 20 pezzetti. Lavorate ogni pezzetto con i palmi delle mani trasformandolo in un bastoncino della lunghezza di circa 10-12 cm.
Sagomate le nocche delle dita assottigliando la pasta appena prima e dopo di esse; rigatele poi leggermente con un coltellino dalla lama liscia.
Sull'estremità delle dita, adagiatevi una mandorla spellata, pressandola leggermente: fungerà da unghia; adagiate le dita delle streghe su di una teglia precedentemente foderata con  carta  da forno, lasciando uno spazio tra l'una e l'altra di circa 3 cm.
Infornate i biscotti a 180° C in forno già caldo, per circa 20 minuti, dopodiché estraete le dita della strega e lasciatele raffreddare.
Una volta raffreddate, sicuramente noterete che qualche mandorla si staccherà dalla sommità dei biscotti: per fissarle più saldamente, intingete la parte della mandorla che poggiava sul biscotto nella marmellata e quindi riposizionatela nel posto originario. Lasciate asciugare e le dita della strega saranno pronte per essere gustate.

DOLCE DI PESCHE E AMARETTI






Ingredienti:

Frolla:
200 gr. 
farina
100 gr. zucchero
100 gr. 
burro
2 tuorli
pizzico di sale

Crema:
2 tuorli
30 gr. di fecola
100 gr. 
zucchero di canna
1 vasetto di panna (o joghurt)

4 chiare a neve
ca. 1 kg di pesche (o 1 scatola grande pesche sciroppate)
100 gr. di amaretti sbriciolati
1 cucchiaio di 
marmellata (albicocche)
qualche mandorla a scaglie

Foderare uno stampo a cerniera (diam. 28) con la 
pasta frolla (anche la sera prima)e mettere in frigo ... quindi distribuire sul fondo 1 cucchiaio di marmellata (io uso albicocca) e distribuire sopra uniformemente gli amaretti sbriciolati. Ora mettere le pesche tagliate a fettine (se si usano quelle in scatole farle sgocciolare bene), spolverizzare con qualche mandorla a scaglie. Preparare la crema con tuorli, fecola, zucchero e panna e alla fine incorporare mescolando attentamente le 4 chiare a neve. Versare la crema sulle pesche e infornare a 150 gradi per ca. 1 ora e mezza. Se dopo metà cottura la superficie dovessero "abbronzarsi" troppo coprire con un foglio di alluminio .

Ricetta di MarinaB

ZUCCOTTO CON I LAMPONI





Ingredienti:

125 g zucchero semolato
200 g di fragole
200 g di lamponi
un cucchiaio di succo di limone
1,5 dl di panna fresca da montare
2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato
200 g di mascarpone
190 g di savoiardi

Fate sciogliere in una casseruola a fuoco basso lo zucchero semolato con un dl di acqua. Intanto lavate delicatamente fragole e lamponi, eliminate il picciolo verde delle fragole e tagliatele a pezzetti. Quando lo zucchero sarà completamente sciolto, aggiungete le fragole e cuocetele a fiamma viva per 2-3 minuti. Togliete il recipiente dal fuoco, unite tre quarti dei lamponi (il resto servirà per la decorazione finale del dolce), il succo di limone e mescolate. Sgocciolate la frutta in una ciotola e lasciatela raffreddate insieme allo sciroppo. Intanto versate la panna fredda in una terrina capiente e incominciate a montarla, preferibilmente con le fruste elettriche, unendo via via lo zucchero a velo.
Appena la panna avrà una consistenza soffice incorporate, poco alla volta e senza smettere di lavorare con le fruste, il mascarpone. Coprite la terrina e tenetela in frigorifero fino al momento di utilizzare la crema.
Foderate con pellicola uno stampo a tronco di cono della capacità di un litro e del diametro di circa 16 cm. Tagliate via ai savoiardi una delle due estremità arrotondate, immergeteli velocemente nello sciroppo e allineateli intorno alle pareti dello stampo con la parte tagliata verso l’alto. Con altri savoiardi tagliati a metà e sempre imbevuti nello sciroppo foderate la base; tappate gli eventuali buchi con i pezzetti avanzati.
Sistemate sul fondo dello stampo metà della frutta, coprite con metà della crema, livellatela con una spatola, continuate con il resto della frutta e coprite tutto con la crema rimasta. Chiudete con un ultimo strato di savoiardi inzuppati, sigillate lo stampo con pellicola e mettetelo in frigorifero per 5-6 ore.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...